ORDINAMENTO CECO

L’ordinamento giuridico della Repubblica ceca è il complesso di tutta la legislazione e dei relativi atti giuridici. I più importanti sono le leggi (zákony), vale a dire le raccolte delle norme di comportamento che disciplinano i principali settori della vita degli individui e della società.

I “codici” (zakoniky) sono Atti giuridici di portata più ampia e sono applicabili ad un intero ramo del diritto e stabiliscono dettagliate disposizioni in modo sistematico. Le leggi che disciplinano un intero settore del diritto procedurale e che stabiliscono norme procedurali particolareggiate sono denominate “codici di procedura” (řády). Le leggi che regolano gli aspetti più importanti dello Stato e dei cittadini, così come i diritti dell’uomo (compresa la Costituzione della Repubblica ceca e la Carta dei diritti e delle libertà fondamentali) sono dette “leggi costituzionali” (ústavní zákony) e vengono adottate secondo uno speciale iter legislativo.

Le leggi sono sostenute dai regolamenti di applicazione: regolamenti governativi, ordinanze ministeriali e atti emanati dagli organi statali e dagli enti regionali autonomi.

L’ordinamento giuridico include anche gli accordi internazionali che sono stati ratificati dal Parlamento e che pertanto vincolano la Repubblica ceca. Gli accordi internazionali sono sovraordinati rispetto al resto della legislazione nel senso che un accordo internazionale prevale sulla legge nazionale qualora una stessa materia sia regolata da due norme diverse e contrastanti.
Oltre alle categorie di fonti sopra citate, con l’adesione all’Unione europea trova ora applicazione nella Repubblica ceca anche il diritto comunitario, alla stregua di tutti gli altri Stati membri.